IL RITROVO

La storia

Il fabbricato è una tipica abitazione contadina del ‘700 situata nella valle del Platani, nel cuore della Sicilia. Pur se di modeste dimensioni, veniva adibito a molteplici funzioni: era una casa per i contadini e per le loro famiglie che vi abitavano per alcuni periodi dell’anno per la conduzione del fondo agricolo; era un ripostiglio per attrezzi da lavoro e per la conservazione delle derrate alimentari e agricole; serviva inoltre da fienile, legnaia e cucina, e anche da riparo per gli animali.

La casa è un fabbricato tipico della architettura rurale del luogo. I contadini del tempo costruivano le loro umili case di campagna su colline rocciose, ottenendo diversi vantaggi: in questo modo la costruzione poggiava su basi staticamente solide, era posizionata in una zona che permetteva di avere una vista più ampia e nello stesso tempo non occupava il terreno coltivabile, di cui, per contadini del tempo, ogni piccola area era preziosa per le coltivazioni necessarie alla loro sussistenza. In taluni casi anche le pareti della casa erano costituite dagli stessi costoni di roccia.

L’intervento di recupero edilizio si è proposto di conservare il più possibile le caratteristiche originarie del fabbricato.

Il ritrovo

L’antica casa è oggi divenuta un ritrovo naturalistico che si propone di fare conoscere la storia e le bellezze del fiume Platani e dei suoi dintorni. E’ un centro di studio e di approfondimento delle tematiche ambientali e della cultura contadina legata al territorio con le sue tradizioni e usanze di un tempo. E’ inoltre un punto di partenza per attività escursionistiche.

Dall’ampia terrazza esterna si vede scorrere a valle il fiume. L’interno è essenziale, articolato in pochi ambienti. Offre una sala in cui ci si può incontrare per attività di studio e di confronto sulle tematiche già accennate. La sala è dotata di una lavagna LIM.

Nella struttura c’è anche stanza adibita a cucina la cui particolarità è un costone di roccia rimasto a vista così come si presentava in origine.

All’esterno c’è un’area pic-nic con una cucina a legna e barbecue a servizio degli escursionisti. Andando a valle, verso il fiume, si attraversa una piantagione di ulivi.

La struttura è dotata di un sistema autonomo per soddisfare il fabbisogno di energia elettrica attraverso un impianto che produce energia da fonti rinnovabili.

Attività

E’ possibile fare:

  • escursioni a piedi, a cavallo o in mountain bike lungo il fiume, i sentieri dell’area boschiva di monte Cavallo e le antiche trazzere che portano nei territori limitrofi
  • campi natura
  • attività di educazione ambientale
  • convegni e attività culturali
  • progetti per la conoscenza dei prodotti agricoli e della cucina locale
  • iniziative varie finalizzate alla valorizzazione del territorio e alla cultura locale